APPROFONDIMENTI‎ > ‎

Strutture legno

Costruire in legno: pro e contro di un materiale antico da riscoprire.

Quando si pensa ad una casa in legno, si pensa spesso a bungalow o baite di montagna. In realtà il legno permette la realizzazione di strutture importanti, economiche e di grande qualità strutturale, energetica, estetica ed ambientale. E’ sufficiente osservare alcuni esempi per capire quanto questo sia vero.




Risparmio energetico


Il legno è un materiale caratterizzato da una bassa conducibilità termica, quindi tende a non farsi attraversare dal calore in uscita dall’edificio. Avere strutture portanti realizzate in legno permette di eliminare con facilità i principali ponti termici evitando così discomfort dovuto a differenti temperature interne e limitando la formazione di muffe e condensa superficiale. Qualche numero vale più di tante parole, vengono riportati i valori medi di conducibilità termica dei principali materiali utilizzati per strutture portanti: più questo valore è basso, minori saranno le dispersioni termiche.


 

Materiale

Conducibilità termica [W/mK]

Acciaio

60

Cemento armato

2,3

Blocchi di laterizio

0,4

Muratura piena

0,7

Pietra

2,3

Legno

0,2

 
fonte: Conduttività termica dei mariali da costruzione - Agenzia CasaClima di Bolzano




Impatto ambientale

Il legno è un materiale rinnovabile, che quindi si rigenera nel corso degli anni e non tende ad esaurirsi. Al legno però serve del tempo per rigenerarsi e quindi un disboscamento selvaggio potrebbe portare grandi danni ambientali. Esistono circuiti di certificazione del legname che ne garantiscono la provenienza da foreste gestite in maniera sostenibile. I marchi più diffusi sono FSC e PEFC. Oltre a questo è importante valutare l’impatto che l’uso di un certo materiale ha sull’ambiente. Esistono molti parametri per poter valutare questi aspetti, ne prendiamo per semplicità due, particolarmente significativi: PEI, l’energia primaria necessaria alla realizzazione del prodotto e GWP, il contributo all’effetto serra dato dal prodotto. Vediamo il confronto fra i vari prodotti, con valori riferiti ad un metro cubo di materiale.



Materiale

GWP [kg CO2e/m3]

PEI [MJ/m3]

Acciaio

16652

243685

Legno lamellare

-612

3659

Legno grezzo, essiccato naturalmente

-1124

955

Muratura piena

309

3904

Muratura forata

155

1952

Cemento armato

327

2258

 
fonte: Archivio ProCasaClima 2013 - Agenzia CasaClima di Bolzano


Il segno meno non è un errore, ma è dovuto al fatto che durante la sua vita l’albero assorbe CO2, e se questo viene poi impiegato per le costruzioni, anziché decomporsi o venire bruciato, tale CO2 non viene rilasciata in atmosfera. I valori sono fortemente influenzati dal luogo di produzione, dal trasporto e dalle tecnologie produttive, la loro variabilità è quindi molto forte, nonostante questo è chiaro come a livello di energia di produzione non ci siano marcate differenze fra i vari prodotti, ad eccezione dell’acciaio, mentre per quanto riguarda la CO2 emessa, quindi le conseguenza per l’effetto serra, il legno porta grandi benefici ambientali.


Resistenza sismica

Tante volte si sente dire che una casa solida e resistente deve essere fatta in cemento armato, questo è assolutamente falso, il cemento armato ha delle eccellenti proprietà che però vanno utilizzate nei modi e negli ambiti giusti. L’azione sismica è tanto più forte quanto più è elevato il peso della struttura stessa. Il legno ha un peso ridotto rispetto alla sua resistenza, è quindi un elemento naturalmente poco vulnerabile al sisma. Un video di una prova su piastra vibrante, simulante il sisma di Kobe (1995 – Giappone) avente grado 7 sulla scala Richter, mostra come un edificio in legno di 7 piani non subisca alcun danno.



fonte: Ivalsa - CNR: Centro nazionale di ricerca - Progetto Sofie


I falsi miti

  • Le case in legno sono vulnerabili al fuoco
    In realtà, nonostante il legno sia un materiale combustibile, questo si comporta bene in caso di incendio, bruciando lentamente dall’esterno verso l’interno dell’elemento, carbonizzandosi in maniera graduale e mantenendo inalterate le caratteristiche meccaniche della parte interna.

  • Le case in legno sono vulnerabili agli insetti
    Gli insetti attaccano il legno solo in presenza di umidità. Quindi una progettazione attenta alla formazione di condensa, una manutenzione regolare e l’uso di impregnanti e di legnami correttamente essiccati permette di allontanare definitivamente questo problema.

  • Le case in legno non durano nel tempo
    Come per gli insetti, il degrado è dovuto a processi biologici che si sviluppano solo in presenza di acqua.


Lo studio è a disposizione per approfondire tutti gli aspetti dell'argomento e per la realizzazione di progetti di edifici il lengo.

Comments